Come ottimizzare il recupero

Valentin Belz 30. maggio 2019

Ti stai preparando anche tu a un evento sportivo, ma ti accorgi di dover lottare contro la mancanza di motivazione o noti una stagnazione della performance nonostante gli sforzi e l’allenamento? Vedrai che con i nostri consigli tornerai sulla strada giusta!

L’allenamento e il riposo sono strettamente correlati, come il giorno e la notte. Uno segue sempre l’altro. Eppure, spesso gli sportivi che si allenano con tanto impegno se ne dimenticano e cercano di forzare il proprio corpo a rendere in condizioni magari insostenibili. Nel lungo periodo ciò può causare problemi, perché l’organismo ha bisogno di entrambi gli elementi.

Per capire meglio questo aspetto dobbiamo ripensare alla curva della supercompensazione: detto in parole semplici, uno sforzo causa affaticamento. Una volta terminato il carico, l’organismo reagisce a tale sollecitazione e, aspettandosi uno stimolo simile la volta successiva, durante la fase di recupero si prepara, al fine di ridurre il “danno”, superando le condizioni del livello di partenza. Se tuttavia il nuovo stimolo non arriva in tempo, l’effetto dell’allenamento svanisce. Se invece lo si applica troppo presto, il corpo non avrà avuto abbastanza tempo per adattarsi. Agendo spesso in questo modo, il rendimento finisce per calare nonostante tutte le buone intenzioni.

Ci vuole pazienza

La soluzione è quindi avere pazienza. Se si richiede al corpo uno sforzo, bisogna, o meglio “si può”, anche dargli il tempo di adattarsi. Si potrà quindi passare all’allenamento successivo solo quando il corpo avrà recuperato completamente. Esistono vari modi per influire positivamente sul tempo di recupero. Ecco i consigli più importanti:

  • Pianifica non solo gli allenamenti e la relativa intensità, ma anche il recupero.

  • Avvia subito la rigenerazione durante gli ultimi minuti della sessione di allenamento rallentando il ritmo e riportando la circolazione e il sistema nervoso a livelli normali.

  • Nelle prime due ore dopo l’esercizio fisico assumi carboidrati e proteine per assicurare un recupero ottimale.

  • Dormi a sufficienza, il sonno è ancora la migliore misura rigenerativa.

  • Trova un buon equilibrio tra allenamento, lavoro e altri impegni.

  • Evita lo stress, che è veleno per il corpo e la mente.

  • Rilassati facendo ogni giorno esercizi di respirazione, stretching o magari una tranquilla passeggiata.